Brasile: MIT consiglia software free

La comunicazione
contiene un invito rivolto al presidente Luiz Inacio Lula da Silva, nel quale si
consiglia di utilizzare freeware e non costosi software proprietari.
L’intervento si riferisce al programma “PC Conectado”, un’iniziativa
con la quale il governo brasiliano si propone di offrire migliaia di computer a
basso costo per le classi meno abbienti. “Consigliamo – scrive Walter Bender – l’uso di software liberi di alta qualità al posto di versioni sorpassate e semplificate di software proprietari più
costosi. Il freeware è decisamente migliore dal punto di vista del costo, della potenza e della qualità”.
La lettera non usa mezzi termini nel definire il software libero decisamente
più appropriato di quello offerto da Microsoft, non solo dal punto di vista
economico, ma anche da quello qualitativo. Un giudizio autorevole che arriva nel
bel mezzo di un difficile dibattito all’interno del governo brasiliano. Il
presidente Lula e i suoi ministri stanno infatti valutando da tempo se
utilizzare software free o versioni ridotte della piattaforma Windows. Ora,
anche grazie all’intervento del Media Lab,
la scelta potrebbe essere presa già durante questa settimana, con esiti
piuttosto sfavorevoli per il colosso guidato da Bill Gates. Il programma “PC
Conectado”, fortemente voluto dal presidente Luiz Inacio Lula da Silva,
intende raggiungere la quota di 1 milione di computer venduti già nel 2005. Il
costo di questi PC, riservati ai redditi più bassi, sarà particolarmente
vantaggioso grazie ad un contributo diretto del governo
brasiliano. Lo stanziamento statale dovrebbe aggirarsi, solo per quest’anno,
nell’ordine dei 300 milioni di Reais (circa 70 milioni di euro).

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Brasile: MIT consiglia software free