Breakout: l’album di Miley Cyrus

Miley ha infatti scritto 8 delle 13 tracce dell’album e ha controllato ogni aspetto della produzione. Fin dal singolo di debutto "7 Things", Miley ci fa capire che lei è innanzitutto una rocker. Scritto con Antonina Armato e Tim James, questo brano è una potente ramanzina sull’amore infedele visto attraverso gli occhi di una teenager angosciata. Miley mantiene il ritmo incalzante e veloce con "Breakout" (scritto con Gina Schock delle Go-Go’s), una richiesta di libertà dall’irreggimentazione (vale a dire la scuola). Si prosegue poi con la ballad spezzacuori "Driveway" mentre In "Wake Up America" Miley canta dei cambiamenti climatici mondiali. La versione di "Girls Just Wanna Have Fun" cantata da Miley trasforma poi il classico di Cyndi Lauper in un inno pronto per l’iPod.

La stessa cosa vale per "Full Circle" e "Fly in the Wall", due brani prettamente rock. "Bottom of the Ocean" è invece una ballad vibrante che lascia il posto al lento "Goodbye". E poi ci sono "Four Walls" e "Simple Song", brano (ironicamente) complesso dal punto di vista sonoro, due canzoni che spingono Miley ancora più verso l’auto-riflessione. Ora tutti sanno perché.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Breakout: l’album di Miley Cyrus