Brivido Alfa Romeo. Nuova 159

A nove anni dal lancio della 156, Alfa mira quindi a riconquistare il ruolo di
punto di riferimento nel segmento delle berline medie. Il nuovo progetto si
distingue per la riuscitissima fusione tra eleganza e sportività, un
risultato eccezionale raggiunto grazie ad un sapiente sviluppo delle proporzioni
e dei rapporti volumetrici. Seppur di dimensioni ben più generose del modello
precedente, la nuova 159 stupisce per equilibrio e compattezza delle forme. Non
mancano i tratti distintivi del Marchio, a partire dal nuovo frontale, forte ed
essenziale allo stesso momento. Inserito in un design lineare fa bella mostra di
se il caratteristico “trilobo” su cui campeggia lo scudetto di grandi dimensioni.
A partire dalla vista anteriore la 159 regala da subito sensazioni di estrema solidità,
coniugando un carattere marcatamente sportivo ad un eleganza formale raffinata e
minimale. Inoltre, il montante anteriore arretrato slancia la vettura valorizzando la presenza di un potente propulsore, oltre a rendere l’abitacolo ancora più compatto esteticamente.
Quindi, slancio e solidità, ma anche dinamismo e robustezza, come dimostra, per esempio, il
muscoloso parafango che, allineato alle ruote generose, rappresenta il punto di massima larghezza della vettura esprimendo, in modo inequivocabile, l’idea di un’automobile ben “piantata al terreno”.
Infine, sebbene di grande capienza, il terzo volume – splendido nelle sue forme ed equilibrio – si sposa perfettamente con la parte anteriore esaltandone la personalità unica, oltre ad essere caratterizzato da una forte orizzontalità, rimarcata dal doppio terminale di scarico cromato nelle versioni più potenti. Conclude, in alto, la presenza di un piccolo spoiler che coniuga stile e funzionalità, al di sotto del quale domina lo stemma in posizione di rilievo ed i fanali che, allungati e divisi dal taglio del bagagliaio, includono forme cilindriche, derivate stilisticamente dai proiettori anteriori.
Rispetto al modello 156, la nuova vettura assicura una maggiore abitabilità per un elevato comfort a bordo, un punto di forza confermato anche dalle generose dimensioni: infatti è lunga 4.660 millimetri, larga 1.828 e alta 1.417, mentre il passo è 2.700 millimetri.
Come la linea esterna anche gli interni dell’Alfa Romeo 159 rappresentano l’espressione più evoluta della sportività e dell’eleganza della Casa automobilistica. Il punto di partenza nella loro definizione è stato l’assetto di guida ponendo al centro dell’attenzione il conducente: ottimi rapporti nelle distanze fra pedaliera, sedile, volante e cambio consentono di percepire sensazioni di completo controllo della vettura a tutto vantaggio del piacere di guida tipicamente Alfa Romeo.
Ad uno stile di grande impatto estetico corrisponde un’offerta motoristica ampia ed articolata. Innanzitutto, i tre nuovi motori JTS con doppio variatore di fase continuo (aspirazione e scarico): il 3.2 V6 24v da 191 kW (260 CV), il 2.2 da 136 kW (185 CV) e il 1.9 da 118 kW (160 CV) quindi con una potenza specifica compresa tra 81 e 85 CV/l. Tutti rispettano i limiti Euro 4 e si dimostrano propulsori ad altissime prestazioni sfruttando al meglio l’iniezione diretta della benzina, ovvero il particolare sistema di combustione che prende il nome di JTS: Jet Thrust
Stoichiometric. Ma Alfa Romeo è da sempre all’avanguardia anche nei propulsori diesel, come dimostrano, per esempio, il 2.4 JTDm 5 cilindri 20v da 147 kW (200 CV a 4.000 giri/min) e 400 Nm (40,8 kgm a 2.000 giri/min) di coppia e i due 1.9 JTDm: il primo è un “16v” da 110 kW (150 CV a 4.000 giri/min) e coppia 320 Nm (32,6 kgm a 2.000 giri/min), il secondo è un “8v” da 88 kW (120 CV a 4.000 giri/min) e coppia 280 Nm (28,6 kgm a 2.000
giri/min). La nuova Alfa Romeo 159 dichiara di “essere Alfa” fino in fondo, per esempio confermando un controllo e un piacere di guida senza compromessi. La sospensione anteriore è a quadrilatero “alto”, quella posteriore è di tipo Multilink. Da qui una maggiore capacità di assorbimento delle asperità
stradali, la massima linearità e precisione nella risposta dello sterzo, la grande tenuta di strada,
la massima stabilità nelle manovre ad alta velocità e l’agilità di una vera Alfa Romeo nel “misto stretto”.
Non mancherà naturalmente una versione quattro ruote motrici, evoluzione della
trazione 4×4 permanente con tre differenziali (quello centrale di tipo autobloccante Torsen C) già adottata da Crosswagon Q4.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Brivido Alfa Romeo. Nuova 159