brutti ricordi: una pillola potrebbe cancellarli

Con tutte le implicazioni etiche e mediche del caso, ciò potrebbe rivelarsi davvero utile per le persone più sensibili o vittime di traumi importanti.Quella che sembra un’utopia potrebbe presto tramutarsi in realtà, grazie alla scoperta di alcuni ricercatori olandesi dell’Università di Amsterdam. In uno studio, pubblicato sulla rivista "Nature Neuroscience", gli scienziati hanno infatti stabilito che l’utilizzo di un noto farmaco antipertensivo aiuta a superare paure spesso legate a traumi subiti in passato.Nel dettaglio, si tratta del betabloccante propranololo, un medicinale appartenente ad una categoria di farmaci la cui azione era già stata in passato associata alla capacità di agire sul meccanismo dei ricordi.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > brutti ricordi: una pillola potrebbe cancellarli