Bullismo: può trattarsi di un problema ormonale

Secondo gli scienziati, almeno in alcuni casi, l’aggressività dei "bulli" può infatti dipendere da bassi livelli di cortisolo. Noto anche come l’ormone dello stress, il cortisolo è stato più volte associato alla capacità dell’individuo di contenere le emozioni.Nei giovani, proprio la carenza di quest’importante ormone steroideo potrebbe dunque dare vita a reazioni antisociali che sfociano poi in atti di bullismo. Lo studio inglese, realizzato su un campione composto da studenti, potrebbe ora aprire la strada a trattamenti per ragazzi cui i comportamenti aggressivi sono associati ad uno squilibrio dei livelli di cortisolo.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Bullismo: può trattarsi di un problema ormonale