Bush uomo dell’anno per Time

“Time”, il settimanale fondato da Henry Luce, sin dal lontano 1927 assegna con il numero di fine dicembre la propria copertina come riconoscimento alla persona o all’idea che più di ogni altro hanno influenzato l’anno che si va a concludere. Torna così in casa Bush l’ambito “premio” di “Time”, già suo padre George H. W. Bush fu infatti scelto nel 1990 per la padronanza in politica estera, opposta ad un andamento altalenante della sua politica interna. Con la doppia conquista della copertina dello storico settimanale USA, George W. Bush si inserisce di diritto tra i nomi che hanno fatto la storia del nostro tempo, in un albo che vede protagonisti nomi illustri come il Mahatma Gandhi (1930), il presidente John F. Kennedy (1961), Rudolph Giuliani (dopo l’11 settembre) e, loro malgrado, anche Stalin (1939 e 1942), Adolf Hitler (1938) e l’Ayatollah Khomeini (1979). Nello spiegare le motivazioni che hanno portato George W. Bush a conquistare il titolo di persona dell’anno, il direttore di “Time”, Jim Kelly, sottolinea: “Ovviamente molti sostenitori del presidente saranno soddisfatti, mentre molti che non lo appoggiano sospireranno”, e aggiunge, “Anche chi non ha votato per lui deve riconoscere che Bush è uno dei presidenti piu influenti degli ultimi 50 anni.” Per la copertina di quest’anno c’erano in lizza, oltre a Bush, anche il suo consigliere e stratega della campagna elettorale, Karl Rove e i registi Michael Moore e Mel Gibson. Negli anni precedenti il titolo è stato assegnato nel 2001 all’ex sindaco di New York, Rudolph Giuliani (dopo un acceso dibattito sulla possibile scelta di Osama bin Laden), nel 2002 alle pentite che alimentarono gli scandali di Worldcom ed Enron e rivelarono gli errori commessi dall’Fbi nella valutazione della minaccia terroristica contro gli Stati Uniti e nel 2003 al “soldato americano” per gli accadimenti in Iraq. Oltre al riconoscimento alla “Persona dell’Anno”, “Time” ha quest’anno attribuito al blog Powerline il titolo di “Blog dell’Anno”. Nella motivazione, scrive Kelly: i blog ed i siti web che informano di continuo su notizie, pettegolezzi e opinioni, "sono destinati a restare". Powerline, creato e curato da due avvocati di Minneapolis e da uno di Washington, "è stato il blog che più che ogni altro ha interpretato la novità".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Bush uomo dell’anno per Time