Cade la neve, boom prenotazioni in montagna

Secondo Coldiretti, saranno circa 120mila gli italiani che trascorreranno il giorno di Natale in agriturismo, con un aumento del 20% rispetto allo scorso anno, sulla base delle indicazioni dell’associazione agrituristica Terranostra.”L’agriturismo sembra quindi resistere alla crisi anche per effetto – sottolinea la Coldiretti – della voglia di tranquillità in un momento di turbolenza economica che spinge gli italiani a privilegiare le vacanze più vicine a casa con una maggiore flessibilità nella programmazione.

Buone le richieste per le aziende in montagna e per le sistemazioni prossime alle città d’arte, ai centri di interesse storico e culturale e agli impianti termali”.”La capacità di mantenere inalterate le tradizioni enogastronomiche nel tempo è – sottolinea Terranostra – la qualità più apprezzata dagli ospiti degli agriturismi ma aumenta nel contempo la domanda di servizi innovativi per sportivi, nostalgici, curiosi e ambientalisti, insieme a questo va crescendo anche in termini numerici l’abbinamento con il turismo d’arte”.

Su un totale di 18480 aziende agrituristiche – precisa la Coldiretti – 13854 offrono alloggio, 7.898 ristorazione, 2664 degustazioni e ben 9643 altre attività tra le quali prevalgono quelle escursionistiche (986), quelle sportive (831), corsi di degustazione, centri benessere, osservazioni naturalistiche, equitazione trekking e mountain bike.Tra i clienti non mancano gli stranieri (25%) e i giovani (55%), con età compresa tra i 18 e i 35 anni, proprio grazie ad un notevole miglioramento dell’offerta settore.Scegli e prenota l’albergo per le tue vacanze con Jugo e Booking.com. Prenoti ora e paghi all’arrivo.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Cade la neve, boom prenotazioni in montagna