Cannabis: attenzione a denti e gengive

Secondo gli scienziati dell’Università di Otago, coordinati da Murray Thomson, fumare cannabis favorirebbe infatti l’insorgenza di malattie gengivali. Sino ad oggi, il legame tra fumo e malattie gengivali era stato studiato e confermato solo per quanto riguarda le sigarette. Lo studio, pubblicato dal Journal of The American Medical Association, è stato realizzato su un campione di mille persone.Lo studio ha dimostrato che, chi fuma più di 41 spinelli di marijuana l’anno, corre un pericolo tre volte maggiore di contrarre malattie gengivali rispetto a chi invece non ne fa uso. Sempre i ricercatori sono inoltre riusciti a stabilire l’età in cui l’incidenza è maggiore, i 32 anni, e che i danni sono molto probabilmente provocati dalle tossine assorbite nel sangue attraverso i polmoni e non dal fumo in sé.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Cannabis: attenzione a denti e gengive