Cannabis: limite passa da 500 a 1000 mg

"Nessuna liberalizzazione – ha commentato Livia Turco – ma non si può andare in carcere per uno ‘spinello"’. Secondo quanto stabilito con il nuovo decreto, i cittadini che saranno trovati in possesso di quantitativi al di sotto del limite di 1.000 milligrammi potranno essere oggetto solo di sanzioni amministrative, senza incorrere nella presunzione di spaccio e nei provvedimenti punitivi che, in base alla legge Fini-Giovanardi, potevano arrivare fino all’arresto e al carcere.Secondo il Ministero, il nuovo valore soglia di 1.000 milligrammi di principio attivo della cannabis deriva dalla moltiplicazione per 40, anziché per 20 come previsto dalla vecchia tabella varata dal precedente Governo, della "dose media singola" (la quantità di principio attivo per singola assunzione idonea a produrre in un soggetto tollerante e dipendente un effetto stupefacente e psicotropo) che è pari a 25 milligrammi.Il Ministro Livia Turco ha dichiarato: "Con questo provvedimento abbiamo operato al fine di una prima correzione amministrativa delle tabelle contenenti i valori massimi quantitativi delle sostanze stupefacenti per uso esclusivamente personale. In attesa del provvedimento di riforma della legge Fini-Giovanardi, che resta nostro obiettivo modificare profondamente come previsto dal programma di Governo, ho infatti ritenuto di intervenire per far sì che migliaia di giovani non debbano varcare le soglie del carcere o essere vittime di un procedimento penale per aver fumato uno spinello, come sta purtroppo avvenendo ora, a seguito della legge del centro destra".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Cannabis: limite passa da 500 a 1000 mg