Canon Eos 50D: evoluzione della specie

Eos 50D vanta infatti una sensibilità ISO di base pari a 3.200, espandibile a 6. 400 e 12.800. Degno di nota è poi lo scatto continuo di 6,3 fps – per raffiche massime di 90 immagini in formato JPEG con una scheda UDMA – qualità che rende la Eos 50D ideale per lo sport, la natura e le sequenze di azioni.

Rapido nella risposta e preciso è il display LCD VGA da 3" – Spectra Coatting e anti-alone – con 920.000 pixel. L’ampio angolo di visione abbinato alla modalità "Live View", per inquadrature senza l’uso del mirino, semplifica la cattura degli scatti da angolature particolari. Tre i tipi di messa a fuoco automatica disponibili: Quick AF, Live AF e la nuova Face Detection Live AF che si basa sui volti presenti nell’inquadratura.

Compatibile con oltre 60 obiettivi EF e EF-S, e con tutti i flash Speedlite serie EX, Eos 50D adotta un sistema AF ad area allargata con 9 punti a croce (il centrale AF è sensibile fino a f/2,8).

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Canon Eos 50D: evoluzione della specie