Capelli: effetto Berlusconi a Sydney

Secondo il presidente dell’ISHR, il professor Catello Balsamo, il merito va, almeno in parte, attribuito al premier Silvio Berlusconi, in quanto proprio "attraverso le apparizioni televisive del capo del Governo, spesso esposto alle telecamere, gli italiani hanno potuto constatare, giorno dopo giorno, la progressiva ricrescita dei capelli e si sono convinti della validità della tecnica". Mentre alcuni esperti italiani hanno già ribattezzato il fenomeno come "l’effetto Berlusconi", nuove conferme dell’efficacia di questo "testimonial d’eccezione" arrivano anche dall’estero. Proprio "dell’effetto Berlusconi" si parlerà infatti al congresso mondiale di chirurgia della calvizie, in programma a Sidney (Australia) dal 24 al 28 agosto 2005. Giunto alla sua 13esima edizione, l’appuntamento organizzato dall’International Society of Hair Restoration Surgery (ISHRS), anche quest’anno raccoglierà alcuni tra i più importanti esponenti del settore, impegnati nello scambio di esperienze e di nuove idee sul tema della calvizie e dei trapianti di capelli. Jennifer H. Martinick, organizzatore del congresso di Sydney, ha dichiarato: "Oltre al rapporto tra chirurgia estetica e opinione pubblica, a Sydney verranno presentati i più recenti risultati delle ricerche in corso in Giappone e negli Stati Uniti sulla pratica innovativa della clonazione del bulbo che risolverà, una volta per tutte, in modo completo e definitivo, il problema della calvizie". Proprio per quel che riguarda l’opinione pubblica, il premier italiano ha senza dubbio contribuito in maniera consistente alla rapida crescita del numero dei trapianti di capelli, almeno per quel che riguarda l’Italia. Come sottolinea Balsamo, infatti, "l’Italia è diventata il primo mercato europeo e il terzo nel mondo dopo Stati Uniti e Giappone". Per il professor Franco Buttafarro, che dirige il sito Web dell’ISHR, "l’effetto Berlusconi" si è manifestato in quanto "Il trapianto del premier ha avuto un effetto di tipo liberatorio, molti di coloro che si sono sottoposti a un intervento di autotrapianto, infatti, non provano più imbarazzo a dirlo agli amici e sul posto di lavoro, propagandando in tale modo i benefici della tecnica".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Capelli: effetto Berlusconi a Sydney