Car sharing: 700 euro a chi rottama

Ogni iscritto al servizio può prenotare un’auto, anche solo per qualche ora, ed utilizzarla
come se fosse di sua proprietà. In questo modo, il consumatore ha la
possibilità di abbattere i costi di gestione dell’auto, dall’assicurazione al
bollo, dai tagliandi alle riparazioni. Inoltre, utilizzando la formula dell’auto
condivisa, il numero di vetture in circolazione è destinato scendere, con un
conseguente beneficio per l’ambiente (un’auto in car sharing ne toglierebbe
dalla circolazione fino a 10 di tipo tradizionale). Proprio per diffondere anche
in Italia l’utilizzo del car sharing, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e l’Iniziativa dei comuni per il car sharing (ICS)
hanno stipulato un nuovo accordo di programma che rende disponibili incentivi
per 10 milioni di euro. Nel dettaglio, si tratterà di un bonus fino a 700 euro
dedicato a chi rottamerà la propria auto alimentata in modo convenzionale per
aderire a questo servizio di mobilità alternativa. L’accordo prevede l’utilizzo nel car sharing di veicoli a trazione ibrida,
proponendosi in questo modo come un ottimo banco di prova alla sperimentazione
delle nuove tecnologie a basso inquinamento. Inoltre, il progetto stabilisce un rafforzamento del coordinamento tra i gestori
coinvolti, per incrementare l’omogeneità del servizio per quanto riguarda standard, procedure operative e schemi tariffari.
L’obiettivo è infatti quello di raggiungere l’interoperatività del servizio su tutto il territorio italiano,
così da permettere agli utenti di usufruirne con un unico abbonamento. Il car sharing,
al momento, è viene utilizzato da 5.022 utenti ed è attivo in otto città: Venezia, Torino, Genova, Bologna, Modena, Provincia di Rimini, Roma e Firenze.
"Questa misura – ha detto il Ministro Altero Matteoli – incentiva il ricambio del parco auto
e nello stesso tempo indirizza verso forme di mobilità meno inquinanti, più moderne ed
innovative". Una conferma alle parole del ministro arriva dal Presidente di ICS, Giovanni Avanti,
ha aggiunto: "La firma del nuovo accordo di programma consente la prosecuzione di un’esperienza come quella di Ics, assolutamente positiva che dà un valido contributo alle problematiche di mobilità e di inquinamento".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Car sharing: 700 euro a chi rottama