Carlo Virzì racconta il primo amore di Camilla

Ci ritroviamo così proiettati nell’estate del 1987. Camilla Randone è una tredicenne di buona famiglia che trascorre le vacanze estive in una villa sull’Argentario. La ragazza sente che quella sarà l’estate del suo primo bacio e fa di tutto perchè ciò si avveri. Tra cure dimagranti, amori impossibili e amiche lunatiche, trova la sua preda: Adelmo Franci, diciassettenne del posto ingaggiato per pulire la piscina della villa di famiglia.Inizia così una storia fatta di telefonate anonime, bugie e ricatti, dove Camilla, ancora immatura ma dalla personalità già molto complessa, si troverà a manipolare il docile Adelmo creando le migliori condizioni per quel primo agognato bacio. Ovviamente, l’ambito traguardo tarda ad arrivare. E mentre lei si macera nei patimenti amorosi e la radio suona "Sembra un angelo caduto dal cielo" – proprio quello che si sente Camilla – a casa Randone anche gli adulti attraversano momenti delicati.La mamma Giovanna, che ha intanto deciso di scrivere un romanzo autobiografico, è distratta nei confronti della figlia, così come il papà Agostino, alle prese con la sua giovane amante e incapace di risolvere la sua situazione con Giovanna. In quell’estate così strana, nessuno si accorge dei primi goffi ma teneri passi da donna di Camilla. E’ l’estate del suo primo vero grande amore. Distribuito da 01 Distribution, "L’estate del mio primo bacio" arriva al cinema il primo giugno 2006.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Carlo Virzì racconta il primo amore di Camilla