Carnevale di Venezia: il 2008 è Sensation

Ispirato ai cinque sensi più il sesto, quello della mente, il Carnevale vedrà i sensi spettacolarizzati e declinati attraverso la presenza di elementi scenografici, performance di gruppi teatrali e di artisti, concerti e installazioni di light design. E così San Polo sarà il sestiere destinato alla vista con la proposizione del lampadario più grande del mondo e con percorsi per i bambini, Santa Croce si dedicherà all’olfatto con uno spettacolo teatrale che esalterà i profumi, Dorsoduro al tatto con un incredibile "Carnevale al buio", Castello punterà sull’udito con spettacoli musicali ispirati ai ritmi della Romania, Cannaregio avrà il compito di spettacolarizzare il gusto con un percorso carnevalesco fatto di cibo e vino, e San Marco sarà il centro sensoriale con l’evento simbolo di "Sensation" previsto per il primo e il 2 febbraio.Le sorprese del Carnevale di Venezia 2008 sono tantissime: per esempio il volo dell’Angelo con protagonista Coolio, il rapper nero di Gangsta Paradise: vestito con un chilometrico costume di Moschino, Coolio si lascerà volare giù dal Campanile per atterrare tra le braccia di una dogaressa, anche lei di colore. Incredibile sarà anche il "Carnevale al buio", ai Magazzini del Sale, con una mostra-evento – organizzata in collaborazione con l’Accademia Teatrale Veneta e con l’Istituto dei ciechi di Milano – che rovescia il presunto primato della vista sugli altri sensi. Ma nel ricco programma di Sensation c’è di tutto: le mucche in gondola, maschere stralunate, la tradizionale festa delle Marie, giochi di destrezza celtici e grandi abbuffate su Strada Nuova.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Carnevale di Venezia: il 2008 è Sensation