Caro affitti: Pescara batte Milano

Eppure, stando ai dati dell’ultima indagine Monitor immobiliare diffusa dal Censis, nel giro di qualche anno affittare casa a Milano potrebbe risultare più conveniente che farlo a Pescara. Dalla ricerca è infatti emerso che, nel periodo che va dal 1999 al 2003, i canoni della città abruzzese sono aumentati del 126%, contro un +47% del capoluogo lombardo. Nei cinque anni presi in esame, Milano risulta addirittura la città con la più bassa percentuale di crescita. La classifica, che comprende i capoluoghi con almeno 100 mila abitanti, evidenzia invece un aumento a due zeri per ben cinque città: Pescara (+126%), Firenze (+118%), Rimini (+115%), Ancona (+105%) e Venezia (+100%). Tra le città più grandi, oltre a Milano, un rincaro moderato dei canoni di locazione si è registrato a Genova (+74%), Roma (+70%), Bologna (+66%), Napoli (+53%) e Torino (+51%). Ovviamente l’indagine fornisce dei dati in percentuale ed il prezzo di partenza degli affitti nei vari capoluoghi è sensibilmente differente. In parole povere, Milano rimane sempre una delle città con i canoni più alti, ma si sta verificando una certa omologazione dei prezzi al rialzo. Ecco infatti, che ai vertici della classifica, oltre alle cinque città già citate, troviamo altre aree di “provincia”, come Perugia (+95%), Taranto (+93%), Terni (+93%), Sassari (+90%) e Ravenna (+86%).

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Caro affitti: Pescara batte Milano