Caro libri: aumenti fino al 40 per cento

Sono, comunque, da segnalare dei miglioramenti rispetto lo scorso anno: come in alcune scuole superiori a Palermo e Milano, dove sono stati ampiamente rispettati i budget nei limiti prefissati dal Ministero. Mentre, permangono i casi eclatanti, come a Roma, dove a molti genitori capiterà di dover accantonare, per il quinquennio al liceo classico del proprio figlio, ben 2100 euro, ben oltre 600 euro sopra il tetto stabilito dal decreto ministeriale n. 28/2008.Cosa fare allora? In attesa di risposte concrete, ecco una piccola serie di accorgimenti utili per risparmiare sui libri di testo:1) indirizzarsi verso il comodato d’uso e il noleggio dei libri di testo;2) informarsi sull’eventuale attribuzione di buoni libro destinati ai bambini appartenenti a famiglie con redditi bassi, o sulle altre agevolazioni previste nella propria regione;3) chiedere spiegazioni nei consigli d’istituto a proposito delle adozioni troppo care e non rispettose delle tabelle ministeriali;4) sbirciare presso i rivenditori di libri usati che effettuano prezzi scontati fino al 40%;5) verificare con la lista dei libri scolastici quali sono effettivamente da acquistare subito e quali no, consultando docenti e genitori.6) prima di procedere all’acquisto di nuovo materiale fare l’inventario del materiale di cancelleria dell’anno precedente cercando di salvare il salvabile;7) evitare l’accaparramento di penne, quaderni e quant’altro;8) verificare se nel proprio comune le cartolibrerie, GDO e Poste effettuano agevolazioni sull’acquisto di testi e sconti sul materiale scolastico spesso possibili fino al 40%.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Caro libri: aumenti fino al 40 per cento