Carte di credito, consigli per le vacanze

A confermarlo sono le stime dell’ABI – Associazione bancaria italiana -, rese note in un comunicato che offre inoltre ai vacanzieri preziosi consigli per un uso corretto e sicuro delle carte di pagamento. Anzitutto, è consigliabile non avere troppo denaro contante con sé, per evitare furti sotto l’ombrellone o nei luoghi affollati di vacanza e divertimento. Meglio utilizzare il PagoBancomat o la carta di credito, oppure prelevare il contante volta per volta.

La regola "aurea" è sempre quella di memorizzare il codice di sicurezza (Pin) e di non conservarlo vicino alla carta Bancomat. Quando si fa "rifornimento" di contante, inoltre, è opportuno accertarsi sempre che non ci siano installazioni anomale sugli sportelli o sguardi indiscreti. Prima di partire è poi importante verificare scadenza e plafond di spesa della propria "tessera di plastica".

Quando si fanno acquisti, è buona norma controllare sempre l’importo prima di digitare il proprio codice segreto o firmare la ricevuta della carta. Allo stesso modo è utile conservare le ricevute di pagamento per controllare l’estratto conto e rilevare eventuali spese non autorizzate. È inoltre importante firmare sul retro la carta di credito, in modo da rendere più difficile la falsificazione della firma in caso di furto o smarrimento. Fondamentale, infine, avere sempre a portata di mano il numero nazionale o internazionale da contattare per bloccare immediatamente la carta, evitando che possa essere usata per acquisti a nostra insaputa.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Carte di credito, consigli per le vacanze