Caso Senna: chiesta la prescrizione

Si tratta, nell’ordine, del progettista e del responsabile della scuderia Williams, il team di Formula1 per il quale Senna gareggiava ai tempi dell’incidente. Tale richiesta da parte del pg Rosini è giunta al termine della requisitoria al secondo processo di appello, dopo che la Corte di Cassazione aveva annullato l’assoluzione nel primo appello, che vede Newey ed Head imputati di omicidio colposo. I lunghi tempi del processo hanno fatto sì che non si potessero escludere le attenuanti generiche del caso, le stesse che, con ogni probabilità, porteranno alla prescrizione. Ad ogni modo, secondo il pg Rosini: “Head era il direttore tecnico del team e come tale aveva potere specifico su tutti i temi, in particolare sulla meccanica e per lui esiste la piena prova delle sue responsabilità.” Per quanto riguarda Newey, il pg parla invece di “violazione del dovere di verificare la bontà dell’operazione di modifica del piantone.” Secondo la requisitoria di Rosini infatti, l’incidente sarebbe dovuto ad una rottura “per fatica” del piantone dello sterzo.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Caso Senna: chiesta la prescrizione