Cassini: c’è un oceano su Enceladus

I ricercatori sottolineano che la presenza di ghiaccio salato indica che la piccola luna nasconde una riserva d’acqua allo stato liquido, forse addirittura un oceano, sotto la propria superficie."Crediamo che il materiale salato che si trova nelle profondità di Enceladus sia fuoriuscito dalla roccia sul fondo di uno strato liquido", ha spiegato Frank Postberg , lo scienziato che lavora all’Analizzatore di Polveri Cosmiche di Cassini presso il Max Planck Institute for Nuclear Physics di Heidelberg, Germania.Gli scienziati che lavorano all’Analizzatore di Polveri Cosmiche hanno infine concluso che deve essere presente acqua allo stato liquido perché solo così si spiega il massiccio scioglimento di minerali che ha determinato i livelli di sale rilevati. Il fenomeno della sublimazione, vale a dire la trasformazione diretta in vapore del ghiaccio solido della crosta, non è sufficiente a spiegare la presenza di sale.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Cassini: c’è un oceano su Enceladus