Castello Svevo di Bari: Santi sull’Adriatico

La mostra offrirà l’occasione per mettere in evidenza la rete di rapporti che, attraverso il mare, ha contribuito alla formazione di un linguaggio artistico che traduce il sentimento religioso dei popoli dell’Adriatico e metterà in vetrina le icone dei Musei Albanesi di Berat e Korce, per la maggior parte inedite al pubblico occidentale, a testimonianza della circolazione iconografica nel basso Adriatico dal XV al XIX secolo.A confronto con le icone provenienti dalle sedi espositive albanesi sarà inserito un nucleo di icone coeve provenienti dai musei pugliesi di Brindisi (Museo Archeologico Ribezzo), Lecce (Museo Provinciale), Museo Galleria Nazionale Devanna di Bitonto (BA) e dal Castello di Copertino (LE).Sessanta le opere in mostra, con un percorso espositivo articolato in cinque sezioni, che documenteranno le origini della circolazione iconica in Adriatico dal XIII al XV secolo, la scuola di Onufri e la circolazione iconica nel basso Adriatico dal XVI al XVIII secolo.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Castello Svevo di Bari: Santi sull’Adriatico