Catturato fantasma a Bolzano

I carabinieri locali, nell’inedito ruolo d’acchiappafantasmi, hanno accertato che il fantasma non era altro che una donna che da mesi s’insinuava nel castello con l’unico scopo di spaventare la “castellana”, verso la quale nutriva personalissimi rancori. L’epilogo: una donna condannata a quattro mesi di reclusione e il maniero di Castel Codrano, che sorge a Laces in Val Venosta, finalmente bonificato. Impeccabile l’operazione dei militari, una miscela esplosiva di Ghostbuster e Grande Fratello che non ha lasciato scampo all’improvvisata “presenza”. Tramite telecamere nascoste, i carabinieri, hanno identificato l’improbabile poltergeist, con una dettagliata analisi fotogramma per fotogramma. Colta in flagrante, la donna, una quarantaduenne polacca residente nello steso paesino nel quale sorge il castello, dovrà scontare ben quattro anni di pena. Confidiamo che la vicenda le serva di lezione. Lo speriamo, almeno, per gli altri detenuti che rischiano la difficile e prolungata convivenza notturna con una potenziale trascinatrice di catene.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Catturato fantasma a Bolzano