Chicago, suggestiva città del vento

Il caldo in estate si fa sentire, anche se smorzato dalla brezza che fende il Lago Michigan. Si può iniziare la visita della città partendo dal Loop, il centro degli affari di Chicago. E’ delimitato nel suo perimetro dalla sopraelevata, una sorta di metropolitana a cielo aperto. Consiglio vivamente di comprare un biglietto e salirvi. Da qui la prospettiva sui grattacieli, i centri commerciali, e le persone che transitano al di sotto, è davvero suggestiva. E’ come acquistare un biglietto di prima fila ad uno spettacolo: si ha una visione più autentica. Indimenticabile il colpo d’occhio panoramico dalla Sears Tower.

Con i suoi circa 443 metri d’altezza e i 110 piani, è l’edificio più alto d’America. E al secondo posto nella classifica mondiale superato solamente dalle torri gemelle di Kuala Lumpur. L’ascensore vi catapulterà in pochi secondi sulla cima. E si rimane letteralmente affascinati dalla vista. Sulla sinistra il distretto finanziario con le alte vette degli altri grattacieli: prima su tutti la Hanckok Tower. Di fronte a voi la distesa infinita del Lago Michigan, che non sembra un lago ma un mare azzurro e piatto. Dietro di voi scie di strade che si snodano in mille contorsionismi per poi dirigersi verso la lontana periferia. Sotto di voi un esercito di piccole formiche e automobili che si muovono nel traffico del mattino. Il centro è ricco di un susseguirsi di bellissime costruzioni.

Si passa dal Board Trade Building in stile art decò, alla biblioteca pubblica la Harold Washington Library Center, che custodisce oltre 2 milioni di volumi e numerose collezioni di arte moderna. Meritano una visita la First National Bank Building, famosa perché decorata con i mosaici di Marc Chagall, le suggestive “quattro stagioni”; e l’Art Institute che ha una fornita galleria dedicata all’arte moderna in cui si ammirano opere di Van Gogh e di Toulouse Lautrec. Per chi ama l’arte consiglio di non perdersi il Museo di Arte Moderna, con mostre d’avanguardia e di indiscutibile interesse. Passeggiando si incontrano opere di notevole interesse anche all’aria aperta: Picasso nella Daley Center Plaza, Mirò poco lontano, Debuffet davanti allo State of Illinois Building. La Michigan Avenue è la via dello shopping. Boutique ed enormi centri commerciali spiccano tra costruzioni gotiche e art decò. Da visitare La Tribune Tower, sede del The Chicago Tribune, il giornale più diffuso in città. Non di rado capita qualche studente che appollaiato in qualche angolo di strada, suona violino o tromba ammaliando con la musica i frettolosi passanti.

Chicago è elegante, pulita, sensibile, una città in cui è facile sentirsi a casa. Perché non concedersi una gita in barca all’interno dei suoi canali. Baciati dal sole si rimane colpiti dalla sobrietà e dallo stile delle sue costruzioni che scorrono lentamente sopra le nostre teste. E vorresti che questo viaggio non finisse mai. 

Di Andrea Lanari

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Chicago, suggestiva città del vento