CIA: le coperture saltano col Web

A quanto sembra, inoltre, per ricollegare gli agenti alla Central Intelligence Agency sarebbero bastate le ricerche Internet e qualche informazione proveniente da agenzie online specializzate nella fornitura di accessi ai registri pubblici. Per il momento, il Chicago Tribune non ha rivelato l’identità degli uomini di Langley (Virginia), ma resta alta l’allerta per una possibile fuga di notizie. Oltre agli "007", sempre il Tribune avrebbe poi identificato alcune sedi negli stati della Virginia, Florida, Ohio, Pennsylvania, Utah e Washington. Nel frattempo, Jennifer Dick, portavoce dell’Agenzia, ha comunicato l’intenzione del direttore della CIA, Porter Gross, di rivedere le attuali soluzioni adottate per le coperture. Con l’esplosione del fenomeno Internet, anche la CIA deve mettersi al passo coi tempi!

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > CIA: le coperture saltano col Web