Ciampi sul ‘diritto alla salute’

Sono queste le parole del Presidente della Repubblica, intervenuto in
occasione della consegna delle Medaglie d’Oro ‘al Merito della Sanità Pubblica’.
“La giornata che celebriamo – ha continuato Ciampi – è dedicata quest’anno ad un tema cruciale per il futuro dell’umanità: la salute della madre e del bambino. ‘Make every mother and child count’, far contare di più ogni madre e ogni
bambino… Già Sua Santità Giovanni Paolo II aveva dedicato un’attenzione particolare ai bambini: in ogni Suo viaggio rivolgeva un pensiero all’infanzia che voleva crescesse sana e tutelata. Un insegnamento, fra i tanti, che Egli ci ha lasciato fino all’ultimo. Per il modo con cui ha affrontato la Sua lunga malattia ci ha offerto un esempio di come si possano mantenere fino alla fine dignità e serenità. I bambini esprimono la continuità e la speranza nel futuro: una continuità e una speranza che viene costruita anche dalle persone d’eccellenza e di buona volontà che oggi vogliamo premiare”.
“La salute delle madri e dei bambini – ha concluso il Presidente Ciampi – è la reale e vera salute della società.
Occorre, quindi, sviluppare una strategia per assistere i paesi in via di sviluppo nel tentativo di ridurre la mortalità infantile di due terzi entro il 2015. I programmi già avviati non hanno ottenuto nell’insieme i risultati sperati: per questo è essenziale garantire l’accesso delle donne alle informazioni ed all’assistenza sanitaria di base durante e dopo la gravidanza. I problemi sanitari dei paesi in via di sviluppo rappresentano la nostra grande sfida. L’impegno comune a loro favore è il banco di prova della lungimiranza dei paesi avanzati per garantire pace e benessere nel mondo… E’ questo il cammino che dobbiamo continuare a percorrere con la stessa fiducia e la stessa speranza che ci viene dalla consapevolezza di un impegno forte e condiviso da tutti.”

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Ciampi sul ‘diritto alla salute’