Ciclismo: chiesta archiviazione per Basso

Basso, che spera di tornare alle corse già da sabato prossimo in occasione del Giro di Lombardia, ha espresso tutta la sua felicità per l’attesa decisione. Questo è quanto comunicato dallo stesso Comitato Olimpico Nazionale Italiano: "L’Ufficio di Procura Antidoping del CONI, nei limiti concessi dalle disposizioni internazionali cfr. att. 182-185-224 e seguenti del Regolamento Antidoping UCI, ha deciso di proporre al competente Organo di Giustizia Sportiva della Federazione Ciclistica Italiana l’archiviazione degli atti che interessano il sig. Ivan Basso, restando impregiudicate, per la Procura stessa, future iniziative, ai sensi e per gli effetti della normativa WADA e nel caso in cui venissero portati a conoscenza, anche da Autorità terze, elementi di prova che potranno giustificare la riapertura del procedimento disciplinare".Ciò significa che il caso di Ivan Basso può dirsi definitivamente chiuso, a patto che dalle indagini non emergano nuove prove a suo sfavore.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Ciclismo: chiesta archiviazione per Basso