Ciclomotori: tornano gli ecoincentivi

Tutti i cittadini che decidono di demolire il loro vecchio ciclomotore (EURO ZERO o comunque costruito fino a tutto il 2001) possono infatti ottenere significativi contributi per l’acquisto di biciclette, veicoli elettrici e ciclomotori di ultima generazione a basso livello di emissioni. Sempre nell’ambito della stessa iniziativa, è stata inoltre prevista la copertura totale delle spese di demolizione anche senza contestuale acquisto di un nuovo mezzo. Di seguito un breve quadro degli incentivi ottenibili a fronte della demolizione di un ciclomotore EURO zero, o comunque costruito fino a tutto il 2001.Per l’acquisto di una bicicletta il 30% del listino fino ad un massimo di 250 euro.Per un motociclo o quadriciclo a trazione elettrica il 30% del listino fino ad un massimo di 1.000 euro.Per un ciclomotore elettrico o una bicicletta a pedalata assistita il 30% del listino fino ad un massimo di 700 euro.Per un ciclomotore EURO 2 a 4 tempi o comunque a basso consumo (2,3 lt per 100 km) il 15% del listino fino ad un massimo di 300 euro.Per un ciclomotore EURO 2 a 2 tempi l’8% del listino fino ad un massimo di 150 euro.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Ciclomotori: tornano gli ecoincentivi