Cioccolato nero e danni da fumo

Lo studio del Centro Cardiovascolare dell’Ospedale Universitario di Zurigo, dal titolo "Dark chocolate improves endothelial and platelet function" è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista medica "Heart". Questa ricerca ha indagato sul dibattuto rapporto tra cioccolato e salute cardiovascolare. Sono infatti note sia le controindicazioni per quel che riguarda il contenuto di glucosio, lipidi, sia il potere antiossidante di alcuni suoi ingredienti, come i flavonoidi. Proprio partendo dal fatto che i flavonoidi sono presenti nel cioccolato nero, ma non nel bianco, i ricercatori hanno voluto esplorare l’effetto su 20 individui fumatori di entrambe le tipologie di cioccolato. Dopo aver offerto il cioccolato ai soggetti dell’esperimento, i medici hanno utilizzato uno scanner a ultrasuoni per analizzare gli eventuali cambiamenti a livello circolatorio. I risultati, in effetti, hanno mostrato un netto miglioramento della circolazione arteriosa in chi aveva ingerito cioccolato fondente, anche a distanza di 8 ore, e le successive analisi del sangue hanno evidenziato circa il 50% in meno dell’attività delle piastrine. Tra le altre note, a distanza di due ore si è rivelato anche un aumento del livello di antiossidanti. Pur sottolineando che occorreranno ancora altre indagini sull’argomento, si può già dire che pochi scacchetti di cioccolato fondente potrebbero rivelarsi un toccasana per la salute dei fumatori.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Cioccolato nero e danni da fumo