Citroën C1, il senso dell’essenziale

Sia nella versione a 3 che a 5 porte, il frontale di C1 è arrotondato, con il paraurti dalle
forme protettive, il cofano dalle linee tondeggianti e i fari posti molto in alto sui
parafanghi, la cui forma bombata conferisce a C1 uno sguardo complice.
Vista di profilo, C1 3 porte evoca dinamismo, per lo stile delle fiancate vivace e
slanciato, grazie alla forma del vetro laterale posteriore e del passaruota posteriore.
C1 5 porte, invece, mostra un inedito design delle porte posteriori, che si prolungano
fino alle luci. Questo taglio crea un equilibrio tra la parte anteriore e quella posteriore
della vettura e, nonostante le dimensioni ridotte del veicolo, ne valorizza le proporzioni.
Nonostante i dettagli esterni arrotondati più numerosi rispetto a C1 3 porte, i vetri
posteriori conservano un’estetica dinamica e assicurano una buona visibilità ai
passeggeri posteriori.
Le due versioni, C1 3 porte e C1 5 porte condividono il tocco d’originalità della parte
posteriore, tutta trasparente. Studiato per essere più ampio possibile, il lunotto in vetro
forma tutto il portellone posteriore, inserito tra le luci in color cristallo e antracite, e crea
il naturale collegamento con il paraurti. Con 3,4 m di lunghezza, 1,6 m di larghezza e 1,5 m di altezza, C1 è una vettura
compatta, agilissima in città. Alle dimensioni si aggiungono un raggio di sterzata di 9,5
m e rapporti di cambio che privilegiano la vivacità e le riprese, che la rendono piacevole
da guidare in città. A bordo, C1 offre 4 posti a sedere e un’abitabilità che, considerate le
dimensioni esterne, rappresenta un vero punto di forza. Nella parte anteriore,
l’apprezzabile larghezza ai gomiti e l’altezza al tetto contribuiscono al benessere degli
occupanti. Nella parte posteriore, i passeggeri apprezzeranno lo spazio per le gambe e
l’altezza al tetto. Proposta a un prezzo contenuto, C1 è anche economica nell’uso grazie ai costi limitati
delle riparazioni e alle motorizzazioni dai consumi ridotti. Particolarmente parsimoniosi, il
motore benzina (1.0i 68 cv) e il motore Diesel (HDi 54 cv) conferiscono a C1 prestazioni
che le permettono di circolare con disinvoltura in città, e di viaggiare in sicurezza sulle
vie a grande circolazione. Il propulsore alimentato a benzina, completamente nuovo, è un 3 cilindri (4 valvole per cilindro)
che si colloca tra i più parsimoniosi del segmento, con solo 4,6 l/100 km in consumo
misto. In termini di prestazioni, offre una grande flessibilità d’utilizzo, con salite in
regime nette e lineari: sviluppa 50 kW (68 cv DIN) a 6 000 giri/min e offre una coppia di
93 Nm a 3 600 giri/min. La motorizzazione Diesel di C1 deriva invece dal 1.4 HDi previsto sulle altre compatte della
gamma Citroën, C2, C3, C3 Pluriel, adattato alla massa e al tipo di utilizzo di C1, con
una potenza di 40 kW (54 cv DIN) a 4 000 giri/min e una coppia di 130 Nm a 1 750
giri/min. Grazie alla coppia, disponibile sin dai regimi più bassi, offre un confort
apprezzabile in circolazione urbana, caratterizzata da riavviamenti frequenti.
Questo motore piacerà a coloro che ricercano una vettura compatta, in grado di
affrontare lunghi tragitti in città o di viaggiare fuori città, parsimoniosa nei consumi, che
registrano 4,1 l/100 km in consumo misto. Il comportamento su strada di C1 è piacevole in città e anche fuori città. Il collegamento
al suolo le permette una buona tenuta di strada, e contribuisce efficacemente alla
sicurezza attiva. Di alto livello anche le altre prestazioni di sicurezza di cui dispone C1. I
freni a disco ventilati nella parte anteriore, l’ABS, il CSC (Cornering Stability Control, che
stabilizza la traiettoria nella frenata in curva) e gli Airbag lato guida e passeggero sono
di serie.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Citroën C1, il senso dell’essenziale