Cocaina: aumenta il rischio infarto

Ma in poco tempo il consumo di cocaina può generare
dipendenza e talora le sue conseguenze sul cuore e sul cervello possono mettere a repentaglio la vita. Già sniffare coca una volta può essere una volta di troppo e portare a un infarto del miocardio, un arresto cardiaco e anche un ictus cerebrale.
“Specialmente – spiega il dottor Sztajzel, cardiologo all’ospedale di
Ginevra – se c’era già una malattia cardiovascolare come l’ipertensione arteriosa o la malattia coronarica
. Se finora non si era manifestato nessun sintomo di una malattia del genere e quando provano la droga gli interessati non sanno di soffrirne, le conseguenze per la loro salute possono essere
preoccupanti”. Dopo soli sessanta minuti dall’assunzione di cocaina il rischio di infarto cardiaco
aumenta di ben 24 volte. Responsabili dei danni sono diversi meccanismi: la cocaina aumenta la frequenza delle pulsazioni e innalza la pressione arteriosa. Perciò il cuore ha bisogno di più ossigeno. Contemporaneamente possono verificarsi delle contrazioni delle coronarie, viene attivata la coagulazione del sangue e quindi possono formarsi dei coaguli.
Le possibili
conseguenze sono dolori costrittivi al petto (angina pectoris) fino all’infarto del miocardio e disturbi del ritmo che possono determinare un arresto cardiaco. Gli esperti in materia di droghe stimano che circa il 30% dei consumatori di cocaina soffra di angina pectoris e che nel 6% si arrivi ad un infarto cardiaco. Se poi alla coca si associano altre sostanze che danno assuefazione, come la nicotina o
l’alcool, il potenziale di rischio aumenta ulteriormente. “Quando arrivano al pronto soccorso persone con dolori al petto o tachicardia, specialmente se si tratta di giovani, i medici sono sensibilizzati al consumo di droghe e possono prendere le misure necessarie.
Ma il pubblico deve ancora essere informato molto meglio su questo rischio”,
conclude il dottor Sztajzel.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Cocaina: aumenta il rischio infarto