Cocaina: Italia terza in Europa

Tra le note negative, va subito evidenziato che, secondo il report Emcdda, sono nove milioni gli europei che, almeno una volta, hanno fatto uso di cocaina. Di questi, poi, ben 3-3,5 milioni solo quest’anno. A contribuire in modo determinante a questo trend in crescita della "polvere bianca" c’è purtroppo anche l’Italia, terza nazione europea per consumo di cocaina nei giovani d’età compresa tra i 15 ed i 34 anni. Battuta anche l’Olanda "delle libertà", i giovani italiani vengono preceduti soltanto da inglesi e spagnoli. Sempre i giovani italiani (tra 15 e 34 anni) si piazzano al settimo posto anche per quel che riguarda il consumo di cannabis. I dati Emcdda indicano infatti che hashish e marijuana vengono consumati dal 13% del totale dei ragazzi appartenenti a questa fascia di età. Più in generale, il trend europeo parla invece di un incremento del consumo di ecstasy, che supera le anfetamine ed è secondo solo alla cannabis. Se in Italia l’ecstasy non sembra prender piede (1%), sono invece le zone urbane d’Europa le più interessate dalla sostanza. Fenomeno da "disco e club", l’ecstasy è una delle droghe più utilizzate dai giovani, che trovano proprio nel continente Europa uno dei maggiori centri di produzione della sostanza. Quello che appare evidente e che viene sottolineato anche da Wolfgang Gotz, direttore dell’Emcdda, è la forte diversificazione nel consumo degli stupefacenti. Secondo Gotz, inoltre, "L’analisi dell’impatto del consumo di sostanze stupefacenti sulla salute pubblica deve considerare il quadro complessivo delle diverse sostanze psicoattive, comprese alcool e
tabacco".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Cocaina: Italia terza in Europa