Cocaina: si rischia l’aneurisma

Ma quando il consumo di questa droga
genera dipendenza, le sue conseguenze su cuore e cervello possono mettere a repentaglio la
salute e la vita stessa dei consumatori. Come dimostrano numerosi studi clinici,
la cocaina è senza dubbio pericolosa e può portare a diverse complicanze
cardiovascolari.  Tra queste citiamo possibili aneurismi dell’arteria coronarica, estasia,
aterosclerosi, malattia di Kawasaki e altri disordini gravi. E’ quanto emerge da
uno studio realizzato dalla Minneapolis Heart Institute
Foundation. L’equipe di ricercatori, guidata dal Dr.Timothy D. Henry, ha
analizzato l’incidenza di aneurismi dell’arteria coronarica tra individui che
consumavano cocaina. Il campione era composto di 112 soggetti, con un’età media
di 44 anni, in maggioranza di sesso maschile (80%) e nel 95% dei casi fumatori
abituali. Sia nel gruppo di controllo, che in quello degli utilizzatori della
droga, si è riscontata un’alta incidenza di precedente infarto miocardico, con
una percentuale rispettivamente del 38% e del 45%. Tra i consumatori di cocaina
colpiti da infarto miocardico, il 48% presentava malattia coronarica
non-ostruttiva. Gli utilizzatori dello stupefacente hanno però mostrato una
forte percentuale di aneurismi dell’arteria coronarica, il 30,4% contro il 7,6% del gruppo controllo.
In conclusione, la ricerca evidenzia come l’uso di cocaina rappresenti un
forte predittore di aneurisma coronarico.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Cocaina: si rischia l’aneurisma