Colazione: si salta o si fa di fretta

Sempre secondo l’indagine, i "corrdidori" del mattino sono soprattutto i giovani di età compresa tra i 15 ed i 24 anni. Eppure, sottolinea la stessa Kellogg’s, dopo il digiuno del riposo notturno, l’organismo ha bisogno di fare il pieno di energia e in quest’ottica di rifornimento la prima colazione si pone come il pasto più importante della giornata. Un pasto al quale andrebbero dedicati almeno 15 minuti per fare in modo che fornisca il 15-20% del fabbisogno energetico giornaliero.Proprio per sensibilizzare gli italiani sull’importanza di una corretta prima colazione, la società statunitense e la Sio – Società italiana dell’obesità, lanceranno presto la campagna educativa "Prima la colazione! 10 minuti mangiando sano". Dieci minuti da dedicare al primo pasto della giornata – con carboidrati, proteine, fibre, vitamine e minerali -, utili per ritrovare le energie necessarie per affrontare scuola o lavoro, ma anche per prevenire disturbi quali sovrappeso e obesità.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Colazione: si salta o si fa di fretta