Colite: dai batteri un aiuto all’organismo

Pubblicato sulla rivista Nature, lo studio che ha portato a tali conclusioni è stato effettuato sui topi di laboratorio, ma i ricercatori sono pronti a replicare l’esperimento sull’uomo. Nel dettaglio, gli studiosi dell’Harvard Medical School hanno preso in esame l’azione di un batterio assai comune chiamato Bacteroides Fragilis, in grado di produrre il Polisaccaride A (PSA).A sua volta, almeno nei topi, il PSA si è rivelato capace di stimolare la crescita di cellule immunitarie, le "cellule T". Sempre attraverso gli esperimenti, i ricercatori hanno così evidenziato la capacità del Psa di limitare la reazione dell’organismo nelle circostanze in cui è presente una infezione da Helicobacter hepaticus. Tale scoperta, molto interessante dal punto di vista scientifico, potrebbe quindi trovare applicazione in farmaci anti colite.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Colite: dai batteri un aiuto all’organismo