Con Google Maps il tanga è a 360 gradi

Proprio la possibilità che le immagini possano coinvolgere ignari passanti ha scatenato, fin da subito, il disappunto da parte dei più severi difensori della privacy. Una polemica che è cresciuta proporzionalmente al miglioramento delle funzionalità del servizio. Con la qualità raggiunta da "Street View" è infatti possibile individuare cittadini impegnati nelle più svariate attività quotidiane, dalle più banali e meno interessanti, a quelle più singolari e addirittura involontariamente sexy.

È il caso di una ragazza immortalata mentre saliva su un pick up bianco parcheggiato lungo la 44esima strada di San Francisco. Nulla di strano, penserete voi. In effetti l’attività è tutt’altro che eccitante, se non fosse per dei "sensuali" pantaloni a vita bassa che, a causa del piegamento nel salire, hanno lasciato intravedere un succinto tanga. Il fotogramma, purtroppo per Google, non è passato inosservato e l’immagine ha fatto il giro del mondo. Risultato? La foto è stata rimossa, "Street View" è ancora lì e le polemiche pure.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Con Google Maps il tanga è a 360 gradi