Creme solari: l’UE vuole etichette più chiare

Proprio questi ultimi sono però considerati tra i principali fattori di rischio per l’invecchiamento precoce o, addirittura, il tumore della pelle. Secondo gli esperti della Commisione Europea ci sarebbe quindi bisogno di una regolamentazione chiara che porti ad uniformare le etichette con indicazioni che riguardino sia i fattori di protezione Uva che Uvb. Sotto accusa sono anche le diciture di carattere commerciale come "Sun Blocker", che secondo la Commissione andrebbero sostituite da indicazioni sulla protezione Uva, Uvb e sulle modalilità/quantità per un corretto utilizzo della crema solare.La presa di posizione della Commissione UE dovrebbe dunque portare, si parla dell’inizio del 2007, ad una maggiore comprensibilità delle etichette, nonché a contenuti standardizzati per le indicazioni. A rendere note le intenzioni della Commissione UE è stato Günter Verheugen, Vice presidente della Commissione e responsabile per l’Impresa e l’Industria.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Creme solari: l’UE vuole etichette più chiare