Cuore: ok la bistecca, meno gli insaccati

Realizzato da un team di studiosi di Harvard, lo studio ha preso in esame ben 20 differenti ricerche sull’argomento, analizzandone i dati. E’ così emerso che in un consumo moderato di carni rosse, maiale e agnello non comporta particolari rischi per il cuore, mentre insaccati vari e wurstel possono far impennare di fino al 42% il rischio di malattie cardiovascolari e di fino al 19% quello di diabete.Sotto accusa, in questi casi, non è la carne in se stessa, ma l’impiego nelle fasi di lavorazione di conservanti e sale, oltre che dell’elevata quantità di grassi. Nel caso i insaccati e wurstel vale dunque, ancor più che per le altre carni, il consiglio di non esagerare.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Cuore: ok la bistecca, meno gli insaccati