Da IBM il computer più veloce

Blue Gene/L diviene così il computer più potente del mondo, doppiando il record ufficiale dell’Earth Simulator di NEC (usato per calcoli meteorologici a Yokohama), ora al secondo posto con “soli” 35 teraflops. Con la sua nuova e potente creatura IBM possiede ora 216 dei 500 più potenti supercomputer progettati per il data-crunching e punta ora a delle versioni commerciali di Blue Gene. Blue Gene/L, è un progetto di IBM per l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Nucleare del Dipartimento dell’Energia americano e verrà utilizzato per simulare l’utilizzo di armi nucleari, riducendo in tal modo i test nel sottosuolo. A battere il NEC, precedente leader della lista stilata da Top500.org, non è stato solo il Blue Gene/L, ma anche l’installazione Columbia di Silicon Graphics Inc. al centro di ricerca Nasa/Ames di Mountain View, in California, e ribattezzato Columbus. Il super calcolatore di Silicon Graphics si piazza così al secondo posto, tra IBM e NEC, con 51.870 miliardi di calcoli al secondo e verrà utilizzato per ricerche su uragani, cambiamenti climatici e per la progettazione dei nuovi Shuttle. Blue Gene/L, il cervellone di IBM, ha anche un “fratello minore” chiamato MareNostrum, il computer basato su sistema Linux e commissionato dal Governo spagnolo. MareNostrum è il calcolatore elettronico più potente d’Europa e quarto nella classifica mondiale dopo l’ Earth Simulator di NEC. Ma IBM non si accontenta qui, Blue Gene/L infatti rappresenta solo una parte del sistema finale che i ricercatori IBM hanno in mente. Per l’inizio del 2005 dovrebbe arrivare il nuovo super computer da record, capace di far impallidire la concorrenza con circa 300 teraflops di potenza.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Da IBM il computer più veloce