Dacia Duster: sfida all’Oltrepo Pavese

Le Dacia Duster in prova, in versione Lauréate 4×4 1.5 dCi 110cv con Filtro Antiparticolato, Euro 5, sono state testate, nella parte off-road, su un percorso particolarmente impegnativo che prevedeva un tratto iniziale di terreno compatto, per passare al ghiaino, fino ad arrivare ad un tratto fangoso e scivoloso attraverso il bosco che lambisce gli argini di sabbia del Po.La seconda parte del test drive prevedeva un atelier 4×4 con esercizi volti a sottolineare l’importante lavoro svolto nella progettazione dell’auto. Le prove di twist hanno evidenziato la corretta rigidità del telaio, mentre i passaggi saliscendi hanno dimostrato l’importanza degli angoli di superamento ostacoli di Duster (30° per l’angolo di attacco, 36° per quello di uscita e 23° per l’angolo centrale ) che le consentono di affrontare pendenze impegnative e discontinue, grazie agli sbalzi corti (822 mm all’anteriore e 820 mm al posteriore) e all’altezza dal suolo (210 mm).Inoltre, nei tratti con fondo fangoso e viscido e sui terreni accidentati, è stato possibile apprezzare la nuova trasmissione (TL8) a 6 rapporti di Duster 4×4, con il primo rapporto particolarmente corto. Il comando 4×4, situato in plancia, ha consentito di adattare le capacità dell’auto alle diverse esigenze del terreno, scegliendo tra le 3 modalità di selezione: AUTO, per avere una ripartizione automatica della coppia tra avantreno e retrotreno in funzione delle condizioni di aderenza, 2WD, per bloccare la trasmissione in configurazione due ruote motrici, e LOCK, per bloccare elettronicamente la trasmissione 4X4 con taratura automatica della risposta del motore per l’utilizzo in fuoristrada.Richiedi la brochure ufficiale di Dacia Duster.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Dacia Duster: sfida all’Oltrepo Pavese