Dagli USA: la soia riduce la fertilità maschile

Secondo Jorge Chavarro, a capo dello studio, basterebbe infatti mezza porzione al giorno di soia per diminuire la concentrazione di spermatozoi nello sperma di ben 41 milioni per millilitro. Per gli studiosi, la causa sarebbe da ricercarsi negli isoflavonoidi presenti nella soia, fitoestrogeni in grado di influire sulla quantità di spermatozoi prodotto dall’uomo.Infine, Jorge Chavarro ed il suo team hanno evidenziato che gli effetti del consumo di soia sulla fertilità si acuiscono sugli uomini in sovrappeso.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Dagli USA: la soia riduce la fertilità maschile