Dalla Rai il sentito addio a Enzo Biagi

Una lunga carriera al servizio dell’informazione, la sua grande passione oltre che il suo lavoro, passata all’interno delle redazioni delle principali testate italiane come Il Corriere della Sera, La Stampa e La Repubblica. Non solo carta stampata però, Biagi ha saputo infatti raccogliere la sfida della Tv lavorando come direttore del Tg1, poi quale opinionista o semplice ospite d’eccellenza. Ma è stata proprio la Tv ad infliggere a Biagi, proprio nella parte finale della carriera, uno dei colpi più duri, con quello che oggi tutti conoscono come "Il Caso Biagi".E’ la stessa Rai, testimone involontaria di quell’evento, a dedicare a Biagi un sentito ricordo: "Con Enzo Biagi scompare un testimone attento di oltre sessanta anni di storia italiana che, da grande giornalista, ha raccontato nei suoi articoli e nelle sue trasmissioni televisive con uno stile inconfondibile fatto di apparente semplicità ma pieno di contenuti e di richiami civili e sociali. Alle tante realtà italiane e al loro cambiamento ha dedicato pagine memorabili di televisione riuscendo a trasferire nel pubblico la verità dei fatti ma anche le tante contraddizioni dei nostri tempi. La sua firma su un programma della Rai è sempre stata garanzia di alta professionalità e di sicuro successo anche per la capacità di dare, in pochi minuti il senso di una notizia, spiegarla e commentarla senza fronzoli e senza concessioni alla facile spettacolarizzazione. Le sue trasmissioni e il suo nome rimangono incisi a grandi lettere nella storia del Servizio Pubblico, anche quale insegnamento ed esempio per chi opera nel mondo dell’informazione per la sua coerenza e per la sua lealtà intellettuale. Il ricordo della professionalità di Enzo Biagi continuerà ad essere, per la Rai, un riferimento sicuro per la prosecuzione con rigore e passione, della propria missione culturale e informativa".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Dalla Rai il sentito addio a Enzo Biagi