Dalla Range Rover LRX al diesel ibrido

Al debutto nel 2011, la nuova vettura compatta del costruttore inglese (oggi del gruppo indiano Tata) apre le porte ad un futuro ancora più sostenibile per Land Rover, il cui sforzo è ora concentrato sulla riduzione dei pesi e dell’utilizzo della plastica, oltre che sull’incremento dell’efficienza della trazione.

Degno di nota è poi l’annunciato arrivo del primo motore diesel ibrido nel 2012 ed il relativo debutto su strada nel 2013. Il propulsore “range_e”, questo il nome in codice del diesel ibrido, inizierà i primi test già a fine 2010. La piattaforma di sviluppo è quella Range Rover Sport, con prove basate sul motore diesel 3.0 litri TDV6 con trasmissione automatica ZF 8-speed: l’obiettivo consiste nel raggiungere le 20 miglia (32,18 km) con il solo motore elettrico emettendo meno di 100 g/km di CO2, con una velocità di punta di 120mph (193,2 km/h).

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Dalla Range Rover LRX al diesel ibrido