Date della Maturità 2010: il 22 lo scritto di italiano

Se queste sono le date della maturità 2010, c’è però da segnalare che da quest’anno gli scrutini avranno un peso ancor più importante rispetto al passato. In base alle nuove regole dettate dal Ministero, infatti, l’accesso all’esame è riservato solo agli studenti con almeno il sei in tutte le materie. Basta quindi una insufficienza, anche in materie “secondarie” per essere esclusi dalla maturità. Anche il cinque in condotta comporta l’esclusione.

Gli “ottisti”, coloro che al quarto anno si distinguono per la media superiore all’otto, dovranno ora avere almeno otto in ogni materia nell’anno in corso e almeno sette nei due anni precedenti per accedere alla maturità “per merito”.

Finiscono poi i privilegi per i privatisti che, colmata la lacuna del regolamento che tanto ha fatto discutere lo scorso anno, dovranno sostenere un esame preliminare (in programma da maggio a prima della fine dell’anno scolastico) prima di accedere alla maturità in un istituto pubblico. Infine il discorso lode: otto in tutte le materie, credito massimo nell’ultimo anno e punteggio massimo in ogni prova d’esame. Sempre a proposito di novità, da segnalare che da quest’anno tornano i “cartelloni”, ma solo con le voci “bocciato” o “promosso” al fianco del nome del candidato, mentre i voti resteranno esclusivamente visibili sulla pagella.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Date della Maturità 2010: il 22 lo scritto di italiano