Depressione: in Italia è allarme per le donne

Se nel corso della pubertà e del periodo successivo alla menopausa i rischi si equivalgono a quelli degli uomini, nel resto della vita di una donna esiste infatti una maggiore probabilità di incorrere nella malattia, principalmente a causa degli estrogeni, gli ormoni femminili prodotti prevalentemente dalla ovaie. Sempre dalla conferenza di Toronto, arrivano alcune linee guida in merito alle metodologie legate alla cura della malattia. In particolare, si è sottolineata l’importanza della costanza delle terapie, che devono seguire il paziente fino in fondo, affinché vengano scongiurate le sempre frequenti ricadute. In questo senso, appare importante la tempestività della diagnosi e delle cure, così da impedire che la depressione si trasformi in una malattia di tipo cronico. Basti pensare, al riguardo, che oltre il 50% dei pazienti rischia di soffrire di un secondo episodio entro pochi anni dalla prima terapia. Alcuni dei segnali più evidenti della depressione, informano i medici, sono l’abbassamento della memoria e del livello di concentrazione, la quasi totale mancanza di volontà e di capacità di prendere decisioni, nonché l’assenza di appetito, l’insonnia ed episodi di dolore fisico apparentemente ingiustificati. Sempre in merito ai rischi legati alla cronicizzazione della depressione, all’American Psychiatric Association si è anche parlato di un nuovo farmaco, basato sulla molecola Venlafaxin, capace di ridurre fino al 92% le probabilità di una ricaduta. Si tratta di un risultato eccezionale, soprattutto se si considera che la depressione, in base a quanto dichiarato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, diventerà entro il 2020 una delle più diffuse malattie nel mondo, seconda solo a quelle di tipo cardiovascolare.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Depressione: in Italia è allarme per le donne