Derbi GP1 50 Open: meno racing, più confort

Il motore abbandona infatti la posizione centrale, tornando ad una collocazione più tradizionale che permette una riduzione dell’altezza della sella di ben 45 mm per il conducente e di 65mm per il passeggero. Il cerchio posteriore è ora da 13", con il vano sottosella che conserva tutta la praticità di poter contenere un casco integrale. Sulla nuova versione Open, la sospensione posteriore è con monoammortizzatore, il motore stesso ha funzione basculante, mentre la pinza del freno anteriore è di tipo convenzionale, non radiale, e il disco anteriore è di diametro inferiore. Rimangono invariati il telaio a doppio trave in alluminio, caratteristica unica dei Derbi GP1, una completissima strumentazione analogico/digitale e freni a disco su entrambe le ruote, mentre il potente motore 2T raffreddato a liquido in questo caso si completa con un aggressivo scarico sportivo con uscita invertita e marmitta in fibra di carbonio. Esteticamente, sono le nuove luci intermittenti posteriori, oltre ovviamente alla nuova collocazione del motore e alle grafiche moderne dai nuovi e audaci colori con la "D" grafica in primo piano, che differenziano il GP1 50 Open dal GP1 50 Racing. Lo scooter, disponibile nelle vivaci ed accattivanti combinazioni di colori Bianco/Rosso e Verde/Nero, viene offerto ad un prezzo di 2.379 euro iva inclusa.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Derbi GP1 50 Open: meno racing, più confort