Derbi Mulhacén 659: inno alla libertà

Mulhacén 659, equipaggiata con l’affidabile monocilindrico a 4 tempi da 659,7 cc sviluppato da Yamaha, è la moto di maggior cilindrata mai prodotta da Derbi. Ed è proprio il piacere di guida, garantito dal potente motore e da un eccellente comportamento dinamico, che contribuiscono significativamente a rendere questa moto una vera e propria "Wild Bike". Derbi riprende la filosofia delle Scrambler e lo spirito "duro" ed avventuroso dei centauri, unendoli con estrema originalità alla grande tradizione del design modernista catalano di Barcellona. Ma la Mulhacén 659 si propone come un vero e proprio punto di riferimento per il suo segmento, anche in termini di caratteristiche tecniche, rifiniture ed affidabilità  meccanica. Ne è un esempio la ciclistica, caratterizzata da una forcella Marzocchi rovesciata con steli da 43 mm e fissata da piastre in alluminio forgiato, dai cerchi a razze da 18" e dal sistema frenante con dischi Wave dallo specifico profilo dentato. Il capolavoro è però il forcellone oscillante: realizzato in alluminio fuso, senza saldature, si avvale di un originale sistema monoammortizzatore ancorato a un sistema di biellette che garantisce la progressività dell’insieme. Anche il telaio è stato oggetto di un attento studio, per garantire effetto estetico, peso minimo e massime prestazioni. E proprio grazie ad un monoculla aperto realizzato in tubo circolare di acciaio ad alta resistenza alla torsione, la nuova Derbi Mulhacén 659 può vantare un peso di circa 20 kg inferiore rispetto alle concorrenti. Come anticipato, il motore è il potente ed affidabile monocilindrico a 4 tempi da 659,7 cc prodotto da Yamaha/Minarelli, con distribuzione a doppio albero a camme in testa, raffreddamento a liquido, avviamento elettrico, cambio a cinque marce ed iniezione elettronica. Lo scarico, ad alto impatto visivo, passa per il lato sinistro della moto e gioca un ruolo fondamentale nel migliorare il rendimento del motore. Le prestazioni, anche grazie alla nuova mappatura dell’iniezione, offrono un eccellente rendimento lungo tutta la curva di potenza. Grande attenzione è stata inoltre riservata all’ergonomia e alla funzionalità della moto. Il largo manubrio di diametro variabile, appare comodo e capace di assicurare il perfetto controllo della moto. I tre vertici del "triangolo ergonomico" (manubrio, sella e pedane) garantiscono un comfort straordinario sulle brevi e medie distanze, anche grazie all’eccellente incastro tra le ginocchia e il serbatoio. Un altro particolare degno di nota è l’alluminio forgiato impiegato per pedane, supporti e leve del freno e del cambio, che garantisce la robustezza e la qualità delle rifiniture. Anche la fanaleria della Mulhacén è assolutamente innovativa, caratterizzata da un faro multiriflettore nell’anteriore e da un doppio indicatore luminoso posteriore, composto da due gruppi di 12 LED. Il quadro strumenti è completamente digitale e il display retroilluminato ospita un doppio contagiri (numerico e grafico), un tachimetro digitale e un contachilometri totale e parziale. La Derbi Mulhacén 659 sarà disponibile in Italia dalla fine di maggio a 7.500 euro (iva inclusa).

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Derbi Mulhacén 659: inno alla libertà