Dieci regole per la salute del fegato

E’ per questo che l’AISF, Associazione italiana per lo studio del
fegato, ha messo a punto e pubblicato un decalogo con semplici regole da seguire
per tenere in forma il fegato. I maggiori specialisti italiani di malattie
epatiche hanno infatti proposto, in vista dell’estate, una completa informativa
sui metodi di prevenzione, indicando quali sono i comportamenti e gli stili di
vita consigliati. Ecco una sintesi del decalogo dell’AISF per ridurre l’incidenza delle malattie epatiche.

Prima di tutto occorre mantenere corrette abitudini igieniche, facendo
attenzione all’igiene dei cibi fuori casa (epatite A) e all’utilizzo di
strumenti appuntiti, come forbicine e rasoio (epatite B e C).

Adottare uno stile di vita basto su una corretta alimentazione e su
un’attività fisica costante, ovvero consumare frutta e verdura, ridurre i
grassi e, soprattutto in presenza di una malattia del fegato, evitare totalmente
le bevande alcoliche

Fare attenzione al peso corporeo, evitando bruschi dimagrimenti senza
controllo medico, al fine di mantenere un buon apporto di vitamine e minerali e
limitando l’accumulo dei grassi nel fegato.

Consumare vino ed altri alcolici con moderazione, assicurandosi di non
assumere mai alcolici e farmaci contemporaneamente.

Non abusare di farmaci e non superare le dosi indicate dai medici o dai
foglietti illustrativi, questi infatti passano sempre attraverso il
fegato.

Naturalmente, non assumere alcun tipo di droga: quelle sintetiche possono
provocare danni permanenti al fegato, tutte, sopratutto se mescolate agli
alcolici, possono essere letali. 

Fare attenzione a piercing e tatuaggi, ricordando che molte infezioni possono
trasmettersi attraverso gli aghi e avendo cura di controllare che gli strumenti
utilizzati siano monouso e sterili.

Evitare rapporti sessuali a rischio non protetti. Le malattie a trasmissione sessuale sono molte: tra queste e inclusa
l’epatite B. Usare il profilattico nei rapporti a rischio.

Effettuare la vaccinazione contro l’epatite B e contro l’epatite A. La
seconda è consigliata soprattutto in previsione di viaggi in Paesi esotici o di permanenza in aree
endemiche.

Infine, eseguire controlli periodici del sangue per controllare il livello di alcune sostanze presenti nel sangue – gli enzimi epatici – che rivelano lo stato di salute del
fegato.

Sul sito della AISF
è disponibile la versione completa del decalogo.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Dieci regole per la salute del fegato