Dieci regole per risparmiare carburante

L’iniziativa sarà sostenuta da oltre 45.000 stazioni di servizio in tutta Europa, nei quali saranno messi a disposizione milioni di depliants dedicati al risparmio di combustibile e ad uno stile di guida responsabile. Per l’Italia la campagna è stata coordinata dall’Unione Petrolifera, associazione che rappresenta le aziende operanti nella raffinazione e nella distribuzione. Al progetto hanno aderito: Eni, Esso, Shell, Total, Tamoil, Erg, Api Ip, Ies, e Q8, per un totale di 3.000 punti vendita e oltre 2,5 milioni di volantini stampati.

Ecco un semplice decalogo in grado di garantire un risparmio, anche sensibile, del consumo di benzina e gasolio. Innanzitutto, per contribuire a ridurre le emissioni di CO2, occorre provvedere ad una regolare manutenzione dell’auto e al controllo del livello dell’olio. Va inoltre controllata mensilmente la pressione delle gomme che, se sgonfie, posso far aumentare il consumo di carburante fino al 4%. Da tenere sotto controllo è anche il peso della vettura, rimuovendo gli oggetti inutili da sedili e bagagliaio.

Il consumo di carburante e le emissioni di CO2 possono diminuire addirittura fino al 10% tenendo chiusi i finestrini alle alte velocità e smontando i portapacchi e tutti gli accessori che potrebbero penalizzare l’aerodinamica. Va poi limitato l’utilizzo dell’aria condizionata ed evitata l’abitudine di scaldare il motore a veicolo fermo. Si consiglia infine di mantenere velocità moderate in autostrada, limitando lo sforzo del motore, di inserire il prima possibile le marce più alte e di evitare fermate e ripartenze inutili nel traffico. Un ultimo consiglio è invece legato alla condivisione dell’auto, sia per il lavoro che per il tempo libero.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Dieci regole per risparmiare carburante