Dieta Mediterranea contro il rischio Alzheimer

Coordinata da Nikolaos Scarmeas, del Dipartimento di Neurologia, la ricerca finanziata dai National Institutes of Health ha così evidenziato che alimenti come frutta e verdura, ma anche legumi, cereali, pesce fresco ed un po’ di vino, sono importanti per mantenere il cervello sano. Per arrivare a tali conclusioni, i ricercatori hanno preso in esame i comportamenti di ben 2.258 persone residenti nella zona di New York. Dopo aver seguito "il campione" per quattro anni, attraverso test medici effettuati ogni 18 mesi, il team di Scarmeas ha potuto notare come le persone che seguivano in modo più "stretto" un regime dietetico di tipo mediterraneo riducevano il rischio di ammalarsi di circa il 39/40%. Un effetto positivo è stato inoltre registrato in coloro che hanno seguito la dieta in modo "intermedio". Per valutare quanto i soggetti aderivano a questo tipo di dieta, infatti, gli scienziati hanno attribuito valori che andavano da 0 a 9. Lo studio del Columbia University Medical Center è importante per tre fattori: sono stati valutati gli effetti nel corso degli anni, si è dimostrato che i benefici devono essere rapportati alle quantità e che fattori esterni (età, fumo, ecc.) non vanno ad incidere in modo particolare sull’azione benefica della Dieta Mediterranea.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Dieta Mediterranea contro il rischio Alzheimer