Dieta: zuccheri e grassi come stupefacenti

Secondo gli studiosi, infatti, cibi grassi o con elevato contenuto di zuccheri tendono ad innescare meccanismi simili a quelli delle droghe a livello celebrale. In particolare, si crea uno stato di vera e propria dipendenza, con stati d’ansia in caso di astinenza dopo periodi, più o meno lunghi, di consumo abituale.Osservando alcune cavie di laboratorio, i ricercatori hanno potuto osservare che l’astinenza da cibi grassi o zuccherati crea reazioni molto simili a quelle presenti in oggetti con problemi di alcol o droga, con un aumento di un particolare gene (CRF, Corticotropin-Releasing Factor) nell’amigdala, l’area del cervello associata all’ansia e allo stress. Una diminuzione del gene CRF è stata invece notata in caso di ritorno ad un regime alimentare meno ferreo e con cibi grassi e ricchi di zucchero.Per gli studiosi si possono così spiegare gli insuccessi di molte diete, dove le ricadute sono spesso causate da un sorta di necessità del cervello di placare lo stato d’ansia causato proprio dall’astinenza da cibi golosi. Equilibrio e non privazione, sembra dunque essere questo il segreto di una buona dieta.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Dieta: zuccheri e grassi come stupefacenti