Dimagranti vegetali: Aduc lancia allarme

Più della metà dei 13 campioni di dimagranti vegetali, con 10 diversi prodotti, conteneva componenti sintetici non dichiarati e pertanto da classificare come contraffazioni di medicamenti potenzialmente pericolosi.Secondo Swissmedic, questo rappresenta un inganno intenzionale ai danni dell’utilizzatore che li presume dimagranti naturali. 8 dei 13 campioni analizzati contenevano principi attivi sintetici: 3 una combinazione dei principi attivi sibutramina e fenolftaleina, 3 sibutramina, 1 fenolftaleina e 1 caffeina.L’Aduc precisa che la sibutramina è una sostanza sintetica altamente attiva che in Svizzera è omologata a un medicamento soggetto a ricetta medica. Un campione analizzato di 21,5 mg presentava il 43% in più di principio attivo rispetto alla dose massima giornaliera raccomandata. L’assunzione di sibutramina è legata a un elevato numero di controindicazioni e richiede l’osservanza di misure di precauzione. Se questo non è segnalato, esistono notevoli rischi per la salute. La sibutramina deve pertanto essere assunta solo su prescrizione e controllo dei medici. La fenolftaleina è un lassativo che viene ormai impiegato solo raramente, proprio a causa dei diversi effetti collaterali e, come la caffeina, non è adatto per far perdere peso in modo duraturo.Alcuni campioni sono stati analizzati per cercare contaminazioni con metalli pesanti quali piombo, cadmio e mercurio. Swissmedic mette vivamente in guardia dai dimagranti provenienti dalle regioni asiatiche, poiché questi contengono principi attivi sintetici non dichiarati e, in parte, metalli pesanti che superano in modo massiccio i valori limite. Un’interrogazione parlamentare è stata preannunciata dalla senatrice Donatella Poretti per appurare se anche in Italia esiste il rischio di dimagranti vegetali pericolosi per la salute.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Dimagranti vegetali: Aduc lancia allarme